Torre del Mangia (Siena)

La torre civica di Siena prende il suo nome da colui che fu uno dei suoi campanari, tale Mangiaguadagni, uomo conosciuto per il suo vizio di sperperare il denaro. Il suo nome fu ereditato anche dalla statua che ha suonato la campana in passato grazie a ingranaggi meccanici; i resti di questa statua sono esposti nel Cortile del Podestà.
La torre fu edificata, secondo i registri della Biccherna, tra il 1338 e il 1348 e presenta la peculiarità di arrivare, in altezza, al campanile del duomo. Questo aspetto ha un forte valore simbolico: il potere civile arrivava ad equiparare quello religioso nella vita dei cittadini.
La Torre del Mangia è costituita prevalentemente da mattoni in cotto; la sezione bianca in alto che ospita la cella campanaria è composta di travertino. Lo stile, con le merlature e i blocchi a piramide rovesciata, è tipico del XIV secolo.
All’altezza del terrazzo del Palazzo Pubblico è presente un orologio che fino alla fine del XIX secolo era decorato con affreschi.
La campana della torre, chiamata “il Campanone”, suona per le ricorrenze nazionali e quando viene corso il Palio; in quest’ultima occasione viene suonata a mano.

Foto: Nice Places

Nice Places

Nice Places è un'app che ti permette di conoscere i luoghi di interesse storico e culturale nelle tue vicinanze, offrendoti una descrizione sulle opere per soddisfare la tua curiosità. Scarica adesso la versione per Android dal Play Store!