Piazza della Libertà (Firenze)

Piazza della Libertà, a Firenze, fu realizzata nell’Ottocento nel corso dei lavori per la creazione dei viali di circonvallazione e segna il punto più a nord del centro storico del capoluogo toscano.
Un primo spiazzo appartenente all’attuale area di questa piazza risaliva al XIII secolo ed era conosciuto con la denominazione di Piazza di Porta San Gallo.
A partire da tale area nel 1738 si ebbe un primo ampliamento con l’erezione dell’Arco di Trionfo, simbolo dell’arrivo a Firenze dei Lorena dopo la caduta dei Medici.
La vera e propria modifica strutturale si ebbe a partire dal 1865, quando in seguito alla demolizione delle mura preesistenti l’architetto Giuseppe Poggi creò l’attuale piazza ellittica, circondata da palazzi analoghi stilisticamente, caratterizzati da portici in un sobrio stile classicheggiante. L’antica Porta e l’Arco di trionfo vennero posti al centro della nuova area.
Anche le vicende intorno al nome della piazza non sono di minor interesse: infatti, nell’Ottocento era intitolata a Camillo Benso, conte di Cavour. Nel 1930 la titolazione venne cambiata e divenne Piazza Costanzo Ciano, ammiraglio del regime. Alla caduta del Fascismo, nel 1944, il nome venne trasformato in piazza Muti, per ottenere solo nel 1945 la denominazione attuale di Piazza della Libertà.

Foto: MarcusObal – Opera propria, CC BY-SA 3.0, bit.ly/33uHBDK

Nice Places

Nice Places ti porta alla scoperta dei luoghi di interesse presenti nelle tue vicinanze, raccontandoti brevemente la loro storia e le loro caratteristiche. Scarica adesso l'app per Android dal Play Store!