Un anno di Nice Places

Esattamente un anno fa, in un ristorante del centro di Siena e davanti a due piatti di involtini primavera, buttammo giù l’idea di creare un’applicazione che permettesse alle persone di conoscere quali sono i luoghi storici e di interesse culturale che si trovano nelle loro vicinanze.

Oltre che fornire una mappa dei punti da visitare, altrettanto importante era permettere agli utenti di avere una breve descrizione di quello che stavano osservando. Chi ha voglia di leggere un’intera pagina di Wikipedia? Non è forse meglio una descrizione di circa mille caratteri? Noi pensiamo proprio di sì.

Vivendo in una zona ricca di storia, in un Paese che fa del patrimonio artistico ereditato negli anni la sua ricchezza più grande, non ci parve una cattiva idea. Ci concentrammo subito sui posti vicini a casa nostra: quelli del comune di Sovicille (SI) per poi dedicarci subito alla nostra città: Siena.

Con il tempo poi abbiamo cercato di arricchire la lista dei luoghi con città di tutta Italia. Sappiamo che è una mole di lavoro enorme, ma ci accontentiamo passo passo di accrescere i nostri contenuti, senza voglia di strafare.

Crediamo che sia entusiasmante avere la possibilità di riscoprire luoghi con secoli e secoli di storia utilizzando le nuove tecnologie dell’era digitale.

L’inizio

Il nostro “prodotto minimo funzionante” era semplice: un’applicazione con una mappa, dei segnaposto e delle schede con una foto e una descrizione per ogni luogo.

Ci volle un mese e mezzo per mettere appunto qualcosa di funzionante, ma prima del lancio dell’applicazione aprimmo una pagina Facebook per promuovere l’idea. I risultati furono scarsi, per colpa di tre fattori: la nostra totale inesperienza, l’algoritmo di Facebook che proprio da quel periodo aveva diminuito la priorità dei post delle pagine rispetto ai post degli amici e la mancanza di un prodotto concreto.

Abbiamo poi pubblicato la prima versione di Nice Places su Google Play Store a metà febbraio 2018, l’abbiamo fatta scaricare ai nostri amici (la metà di loro, l’altra aveva un iPhone), ricevuto feedback positivi da loro e poi…

Il primo ostacolo

Poi è sorto un problema che forse stiamo riuscendo a risolvere solo oggi. Come riusciamo a scalare? Come arriviamo a raggiungere più persone? Il passaparola evidentemente non funzionava.

Avevamo la sensazione che anche l’idea stessa non riscuotesse molto interesse tra i ragazzi della nostra età. Chiaramente questo comportò un drastico rallentamento dei numeri: download dell’applicazione e “mi piace” sui social in particolare.

E allora che facciamo? Nulla di diverso, continuiamo sulla nostra strada, aggiungiamo via via nuovi luoghi e descrizioni e non ci dimentichiamo che tutto quello che stiamo facendo non fa altro che arricchire le nostre competenze. Senza accorgercene più di tanto, stavamo affrontando i problemi che colpiscono chiunque voglia creare un proprio progetto partendo dal nulla.

Purtroppo, ci tocca dirlo, Siena non è un buon posto per lanciare idee innovative. Speriamo però di doverci ricredere nei prossimi anni.

Accettandola realtà per come è ma consapevoli che anche noi possiamo fare qualcosa per cambiarla, ci siamo convinti che forse serviva qualcosa di più per catturare l’attenzione generale. Ma cosa? Più contenuti? Più funzioni? Una migliore strategia di promozione? Avere la risposta sarebbe stato oro colato, ma per un progetto portato avanti nel tempo libero ci andava bene così.

Act local, think global”

Rimanere con i piedi per terra è d’obbligo, ma viaggiare con il pensiero ogni tanto serve a dare entusiasmo, che non fa mai male. Possiamo raggiungere tutto il mondo? Sì, con internet si può, si può dare la possibilità a chi vive in Cina di conoscere l’Abbazia di San Galgano, sito che abbiamo scelto anche per il nostro logo.

Sappiamo che l’Italia intera è conosciuta e amata in tutto il mondo. In quest’ottica abbiamo deciso di tradurre in inglese il nostro sito,questo blog e la nostra app, così da permettere a chiunque di scoprire i luoghi della nostra terra.

Nulla vieta che in futuro su Nice Places si possano trovare luoghi di tutto il mondo, ma per adesso dobbiamo concentrarci sulla nostra Italia per non perdere l’orientamento.

Lo stato dell’arte

Nice Places adesso conta quasi 100 download dallo store di Google, più di 300 luoghi su tutto il territorio italiano, di cui 160 circa in Toscana e 60 nella provincia di Siena. Il traguardo dei 100 luoghi con descrizione è stato appena raggiunto e vi assicuriamo che già tra qualche mese questi numeri saranno superati.

La cosa interessante e che ci conforta è che non abbiamo mai pensato di abbandonare l’idea, non ci siamo mai convinti che fosse qualcosa di sbagliato. Per questo crediamo che da adesso in poi, dopo un anno, sia giunto il momento per affrontare questo progetto in modo più serio, quando i nostri impegni più importanti ce lo permetteranno.

La costruzione di un blog e il video promozionale che abbiamo pubblicato sono solo l’inizio di un processo che ci auguriamo possa portare Nice Places su un nuovo livello.

Idee per il futuro

C’è un sacco di carne al fuoco e certe volte non è facile capire quali obiettivi debbano essere prioritari. Uno su tutti è fornire agli utenti la capacità di interagire con l’applicazione in modo più “social”: per esempio, valutando i luoghi di interesse con un punteggio o anche indicare quali sono i luoghi che hanno visitato,quelli che vorrebbero visitare e i preferiti.

Abbiamo ormai capito, poi, che un buon servizio deve essere accompagnato da una buona pubblicità e quindi vogliamo continuare a promuovere Nice Places, prima di tutto, sul nostro territorio, magari parlando anche con gli enti dedicati.

Stay tuned!

Abbiamo scritto questo articolo per condividere la nostra esperienza e ci auguriamo che chiunque abbia un’idea come la nostra possa metterla in pratica senza doversi preoccupare di tutti gli ostacoli che dovrà affrontare: l’importante è avere pazienza e non abbattersi.

Le nuove tecnologie, ovvero internet, le applicazioni mobili e le tante altre danno innumerevoli possibilità per creare qualcosa di nuovo, basta avere un po’ di spirito creativo e di intraprendenza.

Sarà un 2019 ricchissimo per Nice Places! Il modo più semplice per rimanere in contatto con noi è seguirci su questo blog, su Facebook o su Instagram, ma se ti piace tanto il progetto, puoi collaborare con noi, basta mandarci una mail.

Nice Places’ Team

Nice Places

Nice Places è un'app che ti permette di conoscere i luoghi di interesse storico e culturale nelle tue vicinanze, offrendoti una descrizione sulle opere per soddisfare la tua curiosità. Scarica adesso la versione per Android dal Play Store!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *